Servizio Civile

BANDI DI SERVIZIO CIVILE 2018 (SCADENZA 28 SETTEMBRE 2018)

Il Bando per la selezione dei volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile per il 2018 è stato pubblicato in data 20 AGOSTO 2018.

La Stamperia Braille ha avuto approvato un progetto per un totale di 20 posti.

Tutte le informazioni tecniche sul bando sono disponibili sul sito del Servizio Civile Nazionale: BANDI DI SERVIZIO CIVILE 2018  (SCADENZA 28 SETTEMBRE 2018)

Il Bando per la selezione dei volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile per il 2018  è stato pubblicato in data 20 AGOSTO 2018.

La Stamperia Braille ha avuto approvato  un progetto per un totale di 20 posti.

Tutte le informazioni tecniche sul bando sono disponibili sul sito del Servizio Civile Nazionale.

La domanda di partecipazione firmata dal richiedente,  redatta secondo il modello riportato nell'allegato  3, accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale e corredata dalla scheda di cui all'allegato 4 ed alla informativa sulla privacy (Allegato 5), dovrà pervenire entro e non oltre le ore 18,00 del 28 settembre 2018, secondo le seguenti modalità:

 

 

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

 

 

TITOLO DEL PROGETTO:

FRAMMENTI DI LUCE 2018

 

 

SETTORE e Area di Intervento:

ASSISTENZA DISABILI – A06

 

OBIETTIVI DEL PROGETTO:

A. Obiettivi riferiti specificatamente ai destinatari (target group):

  • Favorire l’integrazione, l’informazione, l’emancipazione nella vita sociale e, in particolare,nel lavoro e nella scuola, dei ciechi e degli ipovedenti attraverso l’esperienza di servizio civile;
  • Far interagire i ciechi e gli ipovedenti e i giovani volontari del Servizio Civile, nel tentativo di stabilire delle relazioni che hanno fondamento in un rapporto di gratuità, sostanzialmente differente dal rapporto operatore professionale/utente, idoneo a promuovere l'inserimento e l'integrazione dei disabili della vista nel contesto sociale.
  • Recupero di abilità per una crescita sociale e culturale;
  • Migliorare l’accesso alla cultura, all’arte e all’istruzione.

B. Obiettivi riferiti specificatamente all’ente proponente l'iniziativa:

  • Qualificazione dell’azione sociale ed educativa dell’ente, anche attraverso il coinvolgimento sempre crescente di una società civile giovane, motivata all’incontro con l’altro, con il quale cercare di costruire delle relazioni significative.
  • Integrazione dell’intervento globale dell’ente con l’istituto del servizio civile nazionale, in termini di esperienza di cittadinanza attiva.
  • Creazione di reti d'intesa territoriali volte a promuovere assistenza e cultura della disabilità.

C. Obiettivi riferiti specificatamente ai volontari del S.C.N.:

  • offrire un’occasione istituzionalmente riconosciuta di formazione civica attraverso un’esperienza scelta volontariamente, volta da una parte alla crescita personale, dall’altra all’accrescimento di competenze di base specifico-professionali. Nel quadro delle finalità proprie del Servizio Civile Volontario, inteso come strumento rivolto a far acquisire ai volontari una coscienza civica, una sensibilità sociale, un’attenzione per l’altro e per il diverso, sia esso diverso culturalmente, o per sesso, o per età, o diversamente abile; obiettivo fondamentale di tale progetto è permettere l’acquisizione da parte dei giovani volontari di una educazione e di una conoscenza delle tematiche legate alla disabilitàvisiva;
  • permettere al volontario di acquisire un’esperienza differenziata: una in maniera diretta, tramite lo stretto contatto con il disabile visivo, ed una indiretta, attraverso lo sviluppo di competenze certificate o semplicemente acquisite, che nel complesso potranno essere valutate positivamente anche in merito alle possibilità di inserimento professionale in analoghi enti pubblici o privati operanti nel settore della disabilità, del terzo settore in genere o spendibili nella quotidianità della vita sociale;
  • offrire uno spazio di coinvolgimento nelle attività dell’ente, attraverso la sperimentazione di una dimensione di vita comunitaria basata sull’accoglienza, la condivisione e la non violenza. In questo modo il giovane qualifica e porta un plusvalore alle attività stesse;
  • Permettere al volontario di appropriarsi di strumenti utili a facilitare e guidare nell’elaborazione di un progetto di vita, con modalità di riflessione e consapevolezza dei propri bisogni e aspettative in relazione alle caratteristiche personali.

 

CRITERI DI SELEZIONE:

 

Le procedure di selezione proposte in progetto garantiscono una valutazione dei candidati sotto il profilo delle conoscenze, delle esperienze e per alcuni aspetti comportamentali così da individuare i soggetti “più adatti” al contesto strutturale e valoriale dell’ente e “più idonei” a svolgere i compiti previsti dal progetto.

I criteri di selezione tenderanno a favorire i principi di pari opportunità per l’accesso dei candidati al servizio civile - giovani con bassa scolarizzazione e/o giovani con disagio socialee/o giovani disabili (certificati ai sensi della L.104/92) - così come indicato nel D.A. n. 2294 del 04/09/2017 – “Criteri regionali aggiuntivi di valutazione”.

Le modalità e i criteri di valutazione nonché la scala dei punteggi attribuibili consentirà l’assegnazione di un punteggio finale ad ogni singolo candidato in una scala in 100 punti.

La SELEZIONE:

La selezione viene effettuata attraverso:

valutazione dei titoli posseduti dal candidato e allegati alla domanda di partecipazione, (valutati in base alla “relazione” che essi hanno con il progetto).

colloquio attitudinale, atto a verificare le variabili fondamentali e i requisiti specifici.

A tal fine sono stati predisposti dei “Criteri di Selezione” con una scala di valutazione in 100 PUNTI, di cui:

30 punti attribuibili in base ai titoli posseduti.

70 punti attribuibili in base ai risultati del colloquio;

Valutazione dei titoli

Nella valutazione dei titoli si darà una prevalenza all'esperienza sui titoli di studio posseduti ponendo su un piano diverso il fare ed il sapere. Per questo motivo i 30 punti attribuibili in base ai titoli posseduti saranno ripartiti a loro volta in 12 punti attribuibili in base alle esperienze lavorative e di volontariato possedute (si valorizzeranno maggiormente quelle attinenti alle aree di intervento del progetto) e 18 punti attribuibili sulla base dei titoli di studio e di formazione prodotti (verrà adottato lo stesso criterio).

La valutazione dei titoli, così come indicato nella sotto riportata tabella, tenderà a garantire i principi di pari opportunità per l’accesso dei candidati al servizio civile.

La selezione è rivolta a tutti coloro che hanno compilato correttamente la domanda di ammissione al Servizio Civile presso la Stamperia e risultano in possesso dei requisiti previsti nel Bando.

 La Stamperia comunicherà ai candidati, con un largo margine di anticipo, il luogo dove si terrà la selezione, la data e le sedi, del colloquio attraverso la pubblicazione nel sito internet e all’albo di ogni singola sede di attuazione del progetto.

Per quanto concerne le indicazioni delle soglie minime di accesso occorre ottenere 36/70 al colloquio. Per il resto non esistono soglie minime di accesso, in quanto, i candidati saranno collocati nella graduatoria in relazione al punteggio conseguito e dichiarati idonei selezionati in base ai posti previsti dal progetto.

Colloquio Attitudinale

Il colloquio verterà sulle seguenti macro aree:

- Servizio civile nazionale;

- Volontariato;

- Progetto prescelto e area di intervento prevista dal progetto prescelto;

- Interesse del candidato ad acquisire particolari abilità, competenze, professionalità;

- Motivazione;

- Condizioni di svantaggio;

- Doti e abilità umane personali.

Variabili che si intendono misurare e relativi indicatori:

_ il background dei candidati mediante la valorizzazione delle esperienze lavorative e di volontariato degli stessi;

_ il livello delle conoscenze possedute tramite la valutazione dei titoli di studio e delle altre esperienze formative;

_ livello delle conoscenze relative al Servizio civile nazionale, conoscenza specifica del progetto in ogni sua parte, conoscenza, almeno di base, della materia e dell'area di intervento prevista dal progetto per il quale è stata inoltrata la domanda di selezione, per testare la condivisione con cui i candidati si avvicinano al progetto.

_ il livello delle motivazioni di base del giovane;

_ possibili condizioni di svantaggio sociale.

CRITERI GENERALI

ELEMENTO DI VALUTAZIONE PUNTEGGIO MAX ATTRIBUITO

 

ELEMENTO DI VALUTAZIONE

PUNTEGGIO MAX ATTRIBUITO

1

VALUTAZIONE CURRICULUM CANDIDATO

(Esperienze maturate; titolo; titolo di studio;titoli professionali; esperienze/conoscenze aggiuntive)

 

30 punti

2

VALUTAZIONE COLLOQUIO

Per superare la selezione occorre un punteggio minimo di 36/70

 

70 punti

TOTALE

                  100 PUNTI

 

 

VALUTAZIONE CURRICULUM/TITOLI

 

VALUTAZIONE ESPERIENZE MATURATE

PUNTEGGIO MAX 30 PUNTI

  A

Precedenti esperienze lavorative o di volontariato nelle aree di intervento del progetto (documentate e certificate dall'ente che ne attesta la durata e il ruolo specifico)

Max 9 punti

(0,75 punti per ogni mese  o frazione superiore a 15 giorni)

Periodo max valutabile 12 mesi

B

Precedenti esperienze lavorative o di volontariato in aree analoghe a quelle indicate nel progetto (documentate e certificate dall'ente che ne attesta la durata e il ruolo specifico)

Max. 3 punti

(0,25 punti per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni)

Periodo MAX valutabile 12 mesi

 

 

 

 

 

C

Laurea specialistica o vecchio ordinamento non attinente al progetto

2 punti

Laurea specialistica o vecchio ordinamento attinente al progetto

3 punti

Laurea triennale non attinente al progetto

4 punti

Laurea triennale attinente al progetto

5 punti

Diploma di scuola superiore non attinente al progetto

6 punti

Diploma di scuola superiore attinente al progetto

7 punti

Licenza media

8 punti

D

Titoli professionali attinenti al progetto

Max. 4 punti

(2 punti per ogni titolo)

MAX valutabili 2

E

Titoli professionali non attinenti al progetto

Max. 2 punti

(1 punti per ogni titolo)

MAX valutabili 2

F

Esperienze/conoscenze aggiuntive

(diverse da quelle già valutate)

Max. 4 punti

(1 punto per ogni esperienza)

MAX valutabili 4

TOTALE .

. 30 PUNTI

 

 

COLLOQUIO

Il colloquio verterà sui seguenti argomenti:

 

ARGOMENTO

PUNTEGGIO MAX 70 PUNTI

1

Servizio civile nazionale

MAX 7

2

Esperienze di volontariato

MAX 7

3

Il progetto prescelto

MAX 7

4

Interesse del candidato per l'acquisizione di particolari abilità e professionalità previste dal progetto

MAX 7

5

Interesse e disponibilità alla continuazione delle attività al termine del servizio

MAX 7

6

Disponibilità del candidato nei confronti di condizioni richieste per l'espletamento del servizio (es: flessibilità oraria, servizio nei giorni festivi,ecc)

MAX 7

7

Possibili condizioni di svantaggio (giovani con bassa scolarizzazione e/o giovani con disagio sociale e/o giovani disabili - certificati ai sensi della L.104/92)

MAX 7

8

Capacità di problem solving

MAX 7

9

Particolari doti e abilità umane possedute dal candidato

MAX 7

10

Altri elementi di valutazione: Comunicazione, empatia, leadership, interazione, altro

MAX 7

 

Il colloquio tenderà inoltre ad accertare la capacità dei candidati nella risoluzione di un problema pratico connesso alla realizzazione del progetto.

Non verranno dichiarati idonei a prestare servizio civile volontario nel progetto prescelto e per il quale hanno sostenuto le selezioni, i candidati che abbiano ottenuto nella scheda di valutazione al colloquio un punteggio inferiore a 36/70 (TRENTASEI/SETTANTESIMI).

 

POSTI DISPONIBILI e SEDI DI SVOLGIMENTO:

Posti disponibili 20

Sedi di attuazione del progetto:

- Stamperia regionale Braille (reparto produzione testi per ipovedenti) Via Aurelio Nicolodi, 4 Catania – n. volontari 8

- Stamperia regionale Braille (reparto produzione testi per ciechi) Via Aurelio Nicolodi, 4 Catania – n. volontari 8

- Stamperia regionale Braille (Polo tattile) Via Etnea, 602 Catania – n. volontari 4.

 

ATTIVITÁ D'IMPIEGO DEI VOLONTARI:

 

  • Supporto all’acquisizione di richieste in ordine alla fornitura di testi compatibili con lo status di ipovedente(Large Print, Testo elettronico,Audiolibro);
  • Supporto all’acquisizione di richieste in ordine alla fornitura di testi compatibili con la disabilità visiva (BRAILLE);
  • Servizio di segretariato sociale;
  • Progetti socio-assistenziali;
  • Supporto alla realizzazione di testiscolastici in formati compatibili (BRAILLE) con la minorazione visiva (cecità) in favore degli alunni ciechi presenti nelle scuole di ogni ordine e grado siciliane: Traslitterazione;
  • Stampa testi in BRAILLE;
  • Supporto alla realizzazione di riviste in formati compatibili (BRAILLE) con la minorazione visiva (cecità) in favore dei ciechi presenti sul territorio siciliano;
  • Supporto alla realizzazione di testiscolastici in formati compatibili (LARGEPRINT) con la minorazione visiva (ipovisione) in favore degli alunni ipovedenti presenti nelle scuole di ogni ordine e grado siciliane;
  • Stampa testi in LARGE PRINT;
  • Supporto alla realizzazione di testiscolastici in formati compatibili (testoelettronico) con la minorazione visiva (ipovisione) in favore degli alunni ipovedenti presenti nelle scuole di ogni ordine e grado siciliane;
  • Supporto alla realizzazione di testiscolastici in formati compatibili (registrato) con la minorazione visiva (ipovisione) in favore degli alunni ipovedenti presenti nelle scuole di ogni ordine e grado siciliane;
  • Diffusione di informazioni sul fronte della sensibilizzazione e prevenzione delle malattie oculari anche attraverso la divulgazione di notizie, ricerche e dossier sulla disabilità;
  • Sensibilizzazione alle problematiche inerenti l’accesso all’istruzione dei minorati della vista;
  • Gestione visite all’interno del PoloTattile Multimediale;
  • Assistenza al cieco e all’ipovedente durante la scelta degli ausili tiflologici e tiflodidattici più idonei;
  • Sensibilizzazione dell’opinione pubblica alle tematiche concernenti la disabilità visiva e percorsi esperienziali per i vedenti.

EVENTUALI  REQUISITI  RICHIESTI:

NESSUNO

 

SERVIZI OFFERTI (eventuali):

NESSUNO

 

CONDIZIONI DI SERVIZIO ED ASPETTI ORGANIZZATIVI:

Numero ore di servizio settimanali dei volontari: 36

Giorni di servizio a settimana dei volontari (minimo 5, massimo 6)

Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:

Considerata la specificità dei servizi e delle attività che i volontari dovranno svolgere in favore dell'utenza, vengono altresì, di seguito indicati una serie di obblighi particolari a cui gli stessi volontari dovranno attenersi al fine di garantire la continuità e la tempestività delle azioni in qualunque arco della giornata.

In particolare:

  • rispettare le norme in materia di igiene, sicurezza e salute sui luoghi di lavoro;
  • flessibilità oraria in relazione a particolari eventi;(*)
  • mantenere la necessaria riservatezza con riguardo ai dati, informazioni o conoscenze acquisite durante lo svolgimento del servizio civile.

(*) La flessibilità oraria richiesta avverrà nel rispetto delle disposizioni di cui al D.M. 22 aprile 2015 “Prontuario concernente la disciplina dei rapporti tra enti e volontari del servizio civile nazionale”, e in particolare: articolazione dell’orario dei volontari in maniera continuativa nell’ambito dell’evento (ad esclusione di domeniche e/o festivi); eventuali variazioni dell’orario in relazione all’evento, sono comunicate, ai volontari, con un preavviso di almeno 48 ore. In casi eccezionali, atteso che non sono consentite le sistematiche protrazioni dell’orario giornaliero previsto, ove tale prolungamento dovesse verificarsi, la scrivente si attiverà per far recuperare le ore in più entro il mese successivo.

 

CARATTERISTICHE CONOSCENZE ACQUISIBILI:

Eventuali crediti formativi riconosciuti: nessuno

Al fine di consentire ai volontari del SCN (iscritti ai corsi di Laurea dell’Università degli Studi di Catania), partecipanti alla presente iniziativa progettuale, la possibilità di conseguire tirocini legalmente riconosciuti e validi per l'inserimento professionale nel mondo del lavoro, la scrivente ha attivato, con la struttura di seguito indicata, una convenzione volta al conseguimento degli obiettivi sopra evidenziati. In particolare:Tirocinio pratico di formazione ed orientamento ai sensi dell'art.18 della Legge n.196 del24.06.1997, propedeutico al superamento dell’anno accademico (attribuzione crediti formativi): Convenzione con l’Università degli Studi di Catania.

Al fine di diversificare, in relazione alle capacità e attitudini, le competenze e conoscenze acquisibili dai volontari del SCN partecipanti al progetto in questione, la  Stamperia Regionale Braille proporrà in favore dei volontari le seguenti attività formative, in particolare:

La  STAMPERIA REGIONALE BRAILLE si impegna ad organizzare in favore dei volontari appartenenti al progetto un corso di formazione per l'apprendimento del SISTEMA DI SCRITTURA ELETTURA BRAILLE E DELLA CONOSCENZA DEGLI AUSILI TIFLOTECNICI E TIFLODIDATTICI AD USO DEINON VEDENTI. Il corso di formazione, da svolgersi presso la sede di attuazione del progetto, si caratterizzerà anche per l'elevato contenuto di informazioni tecniche sulla disabilità e di azioni di programmazione degli interventi nell'ambito di iniziative in favore della categoria dei disabili e in particolare dei non vedenti.

 

FORMAZIONE SPECIFICA DEI VOLONTARI:

 

 Sede di realizzazione :

Stamperia Regionale Braille: Via Aurelio Nicolodi, 4 - 95131 Catania

 Modalità di attuazione:

In proprio, presso l’ente con formatori dell’Ente.

Nella formazione prevista dal presente progetto sono state individuate due  diverse aree di intervento:

AREA - COMPETENZE DI BASE

AREA – TECNICO / SPECIALISTICA

Contenuti della formazione:

La formazione specifica fornirà, ai giovani volontari informazioni sul mondo dell’handicap visivo in particolare sotto il profilo operativo con riguardo alle tecniche operative per la realizzazione di formati compatibili (BRAILLE) con la minorazione visiva (cecità) e sui sussidi tiflotecnici e informatici impiegati, aiutandoli ad acquisire e sviluppare sensibilità, conoscenze e competenze spendibili anche per un futuro inserimento lavorativo in analoghi settori.

Uno specifico modulo sarà dedicato ai rischi connessi al loro impiego per la realizzazione del presente progetto. Oggetto di tale formazione saranno pertanto i seguenti temi:

AREA - COMPETENZE DI BASE

MODULO Nr.01 – Informativa sui rischi connessi all’impiego dei volontari nel progetto

MODULO Nr.02 – Presentazione dell’Ente, disabilità visiva ed Elementi di tiflologia

MODULO Nr.03 – Conoscenza ed approfondimento dei sussidi per l'handicap e relative metodologie di utilizzo

MODULO Nr.04 – Elementi per la realizzazione di testi in Large Print

MODULO Nr.05 – Elementi per la realizzazione di testi in BRAILLE

La formazione specifica avrà la durata complessiva di 75 ore e sarà erogata entro il 90° giorno dall’avvio del progetto.


Valid XHTML 1.0 Strict

CSS Valido!

Powered by Emmè