foto recante la dcitura <<Essere Cechi non è una sventura: è una sventura essere incapaci di spoortare la cecità>> J. Milton

Stamperia Regionale Braille

TANTE NOVITÀ DALLA STAMPERIA REGIONALE BRAILLE DI CATANIA, A TRE MESI DALLA NUOVA PRESIDENZA

 

Immagine articoloUna valanga di novità per la Stamperia Regionale Braille di Catania, guidata, dallo scorso 20 Febbraio, dal nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione, l'Avvocato Antonino Novello, subentrato al Presidente uscente, l'avvocato Giuseppe Castronovo, entrambi non vedenti.

Svariate le novità introdotte dal Presidente Novello e dal Consiglio di Amministrazione. Un lavoro sul territorio, fatto a tappeto, a cura e spese della Stamperia, che coinvolgerà tutti i non vedenti, per far lievitare il numero dei ragazzi siciliani che potranno usare il libro digitale e far sì che tutti conoscano i nuovi ausili tecnologici atti ad avere una maggiore autonomia da parte dei non vedenti e degli ipovedenti.

Dal potenziamento della stampa di libri in Braille e in Large Print (caratteri ingranditi per gli ipovedenti), registrati e in digitale, allo sviluppo dello Showroom "Frammenti di Luce" del Polo Tattile "Borges", degli ausili e sussidi tiflologici e tiflodidattici per i non vedenti e per gli ipovedenti, ma anche la stipula di contratti e accordi con alcuni produttori di attrezzature, utili per lo studio della geometria e della matematica, registratori particolari per incidere e ascoltare i libri, ma anche oggetti di consumo, di uso quotidiano quali orologi o per il tempo libero, tutti volti ad garantire l'autonomia del non vedente.

E poi, ancora, la convenzione a tutto tondo, della Stamperia con la Biblioteca Italiana per Ciechi "Regina Margherita" di Monza, che lavoreranno in sinergia per trascrivere e stampare libri, convogliando le risorse di tutti i centri a livello nazionale che a vario titolo perseguono gli stessi obiettivi, i quali lavoreranno insieme evitando lo spreco in termini di tempo e di risorse umane. Tutto ciò, grazie alla convenzione che la Biblioteca di Monza ha stipulato con la Società degli Editori, in virtù della quale riceve direttamente i file dei testi, per poter accelerare l'iter che si conclude con la stampa dei libri, assolvendo, anche il diritto d'autore, così da avere una maggiore disponibilità di libri per i ragazzi non vedenti e creare, finalmente, un catalogo unico, con testi accessibili a tutti i non vedenti e gli ipovedenti italiani.

Tra le novità della Stamperia, anche l'adesione al N.I.S. Nucleo d'Inclusione Scolastica che, un Comitato Scientifico e Pedagogico, ha proposto all'Unione Ciechi e ad altri Centri importanti che si occupano dell'inserimento scolastico dei non vedenti.

Questo consentirà di avere obiettivi e metodologie comuni che accelereranno la produzione dei libri di testo, assolvendo agli insegnamenti della pedagogia dei non vedenti (tiflologia).

Altra novità è il perfezionamento del modello di cui alla L.n. 231/2001, che tutela la Stamperia da eventuali reati penali, completato con la predisposizione dei documenti della trasparenza e dell'anticorruzione, come richiesto a tutti gli Enti che ricevono contributi pubblici.

Per ultimo, ma non meno importante, la realizzazione di corsi di informatizzazione per gli studenti, presso tutte le sezioni provinciali dell'Unione Italiana Ciechi e delle conferenze per la promozione e la conoscenza degli ausili tecnici per non vedenti.

"Nel rispetto di quanto è stato fatto prima -ha affermato il presidente Novello- il nuovo Consiglio spera di promuovere iniziative innovative e di potenziare ciò che già esiste. Abbiamo tanti altri programmi in cantiere. Sono stati dei mesi intensi, ricchi di prospettive, di buoni intendimenti e di buoni risultati. Io mi auguro che, con la collaborazione del Direttore Generale, del Direttore Amministrativo e di tutti i dipendenti, si possa andare avanti verso nuovi traguardi per il perseguimento di obiettivi sempre più ambiziosi".

Valid XHTML 1.0 Strict

CSS Valido!

Powered by Emmè